I LUOGHI OSCURATI - Incontro con Pietro Tarallo - Foto di Daniele Pellegrini

pietro tarallo

Venerdì 13 ottobre 2017 - ore 21.00

PRESSO L’ISTITUTO COMPRENSIVO P. TIBALDI, VIA MANZONI 19, CANTÙ (CO)

   

I LUOGHI OSCURATI

Incontro con Pietro Tarallo - Foto di Daniele Pellegrini

Afghanistan, Algeria, Yemen, Libia, Siria, Sudan… i ricordi di Pietro Tarallo e le fotografie di Daniele Pellegrini per raccontare quei Paesi che fanno parte del bagaglio universale del viaggiatore, sono importanti per la storia dell’umanità e oggi sono difficili o impossibili da visitare perché sconvolti dalle guerre, dagli integralismi religiosi e dalle dittature. Paesi da non dimenticare per le loro bellezze, i loro monumenti, i loro paesaggi, le loro popolazioni e le loro culture. A seguire la presentazione del libro di Pietro Tarallo “Persone - 1980-2014”, Il Canneto Editore, con una breve proiezione sui protagonisti più significativi di questo "giro del mondo in 50 interviste" fatte a personaggi della cultura e dello spettacolo.   locandina serata   -  programma 2017-2018

Pietro Tarallo (www.pietrotarallo.it), travel writer e presidente della Neos – giornalisti di viaggio associati (www.neosnet.it), nomade per vocazione e sedentario per scelta, ha scritto numerosi reportage per riviste e quotidiani e oltre 80 libri fra guide turistiche, testi geografici per la scuola e libri fotografici dedicati all’Italia, all’Europa, all’America del Sud e del Nord, al Sud Est Asiatico, al Medio Oriente, all’India, all’Australia e ai Monasteri dell’Italia, d’Europa e  del Mondo.

Daniele Pellegrini (www.danielepellegrini.com), noto fotografo, ha prodotto oltre 200 grandi reportage e ha lavorato per 20 anni per Airone.

Il Libro

Persone - Protagonisti 1980-2014 - Il Canneto Editore

È l’ultima opera di Pietro Tarallo, un inedito giro del mondo insieme a 50 protagonisti della cultura e dello spettacolo italiani e internazionali, le cui interviste sono state pubblicate dal 1984 al 2014 su riviste e quotidiani.

Una sorta di “come eravamo” che è anche una chiave di lettura del presente. Una specie di “amarcord” struggente, ma nello stesso tempo illuminante che consente di conoscere da vicino la personalità di alcuni personaggi noti e meno conosciuti (forse), ma ugualmente significativi. Ogni intervista è una storia a se stante che ha spesso un retroscena avventuroso, sinteticamente raccontato dall’autore.