TERRE SELVAGGE DEL NORD - Foto e racconti di Silvano Bergamin e Nicoletta Mauri

Silvano brgamin

Venerdì 15 febbraio 2019 - ore 21.00

PRESSO L’ISTITUTO COMPRENSIVO P. TIBALDI, VIA MANZONI 19, CANTÙ (CO)

  

TERRE SELVAGGE DEL NORD

Foto e racconti di Silvano Bergamin e Nicoletta Mauri

Quattro tappe per seguire un percorso immaginario che ci porta da Est a Ovest, nel grande Nord euroasiatico.

HOKKAIDO: la più settentrionale delle isole maggiori del Giappone, recentemente colpita da un nuovo, devastante terremoto. In estate è meta di masse di Giapponesi provenienti dalle isole più a Sud, in fuga dal caldo opprimente e alla ricerca di natura e frescura. Ma è in inverno che ci svela i suoi tesori più preziosi!

KAMCHATKA: l’Estremo Oriente russo è un territorio poco conosciuto, tanto da essere spesso confuso con la Siberia (che invece si estende grossomodo dagli Urali al corso del fiume Lena). La penisola più estrema, a Sud-Est, terra selvaggia di vulcani e natura allo stato puro, è forse la parte più conosciuta, ma resta comunque un territorio difficile e poco esplorato.

YAMAL: è la penisola della Siberia nord-occidentale che, dalla foce del fiume Ob, si protende verso il mar di Kara. Territorio tradizionalmente abitato dai Nenci, o Nenets, allevatori di renne, è stato recentemente sconvolto dalla scoperta di enormi giacimenti di petrolio e gas naturale.

SVALBARD: sono le terre abitate più a Nord del pianeta, a metà strada fra la Norvegia e il Polo Nord. Natura incontaminata, fauna unica, turismo sostenibile: qui tutti gli stereotipi più scontati diventano realtà e, tutti insieme, consentono di vivere un’esperienza indimenticabile in un ambiente dalla bellezza austera e struggente. locandina serata

 

NOTE SULL'AUTORE

Silvano Bergamin fotografo per diletto fin da giovanissimo, ha partecipato a varie mostre collettive e personali e a workshop con importanti fotografi italiani e stranieri, trovando però nel viaggio la dimensione ideale per dare libero sfogo alla sua grande passione. Viaggia in compagnia della moglie, Nicoletta, preziosa collaboratrice nella realizzazione dei suoi audiovisivi. Guidati soprattutto da un grande amore per la natura e, in particolare, per i grandiosi paesaggi desertici, hanno percorso insieme le strade di tutti i continenti, con una predilezione, di recente, per i luoghi più freddi del pianeta.